Da Industria 4.0 a Impresa 4.0: incentivi anche per il 2018 con qualche novità

Industria 4.0 diventa Impresa 4.0 e inizia la “fase 2” del piano

Ad un anno dalla presentazione del Piano Nazionale Industria 4.0 il governo prepara le misure da inserire nella Legge di Bilancio 2018. Innanzitutto il piano cambia nome e diventa IMPRESA 4.0 a sottolineare che non si rivolgerà più soltanto al settore manifatturiero, ma anche agli altri settori dell’economia – servizi in primis – per consentire a tutte le imprese di dotarsi degli strumenti in grado di supportare la digital transformation.

La legge di Bilancio 2018 che dovrà essere approvata entro il 31/12/2017 a meno di cambiamenti dovrebbe presentare le seguenti voci:

 

IPERAMMORTAMENTO

Confermato il rinnovo di Iperammortamento 250%, l’agevolazione si applicherà quindi agli investimenti in beni materiali strumentali nuovi effettuati entro il 31 dicembre 2018, con possibilità di consegna entro il 31/12/2019, a condizione che entro tale data il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti in misura almeno pari al 20 per cento del costo di acquisizione.

 

SUPERAMMORTAMENTO

Prorogato anche il Superammortamento per gli acquisti effettuati fino al 31/12/2018 ma si prevede un taglio dell’aliquota di maggiorazione dal 140% al 130% ad eccezione dei software che dovrebbero mantenere l’aliquota al 140% (sempre che l’acquirente abbia effettuato anche un investimento coperto da Iperammortamento).

 

LAVORO 4.0

La grande novità inserita nel disegno di legge riguarda la formazione, è infatti previsto un Credito d’imposta nella misura del 40% per le spese effettuate nel 2018 in formazione sui temi legati a Industria 4.0, questo credito non si applica agli investimenti incrementali rispetto all’anno precedente ma all’intera spesa 2018 in attività formative ed è utilizzabile per le attività di formazione del personale dipendente. Il credito d’imposta massimo concedibile per impresa beneficiaria è pari a euro 300.000 per periodo d’imposta. L’obiettivo di questo incentivo è fornire ai lavoratori competenze strategiche e specifiche per l’Industria 4.0.

Attenzione: non sono incentivate attività di formazione ordinaria o periodica organizzata dalle imprese per conformarsi alla normativa vigente in materia di salute e sicurezza sul lavoro, protezione dell’ambiente, e ad ogni altra normativa obbligatoria in materia di formazione. La norma contiene dunque un esplicito paletto per evitare che il credito d’imposta venga impropriamente utilizzato per attività non direttamente riconducibili all’innovazione in chiave 4.0.

 

I risultati del Piano Industria 4.0 nel 1° semestre 2017:

«Da gennaio a giugno abbiamo avuto un andamento di ordinativi che segna un +9%, dato in linea con gli obiettivi dei primi mesi dell’anno, e si e’ avuto un abbattimento fortissimo delle scorte, che per molti anni erano state ferme. Gli strumenti stanno funzionando»

Carlo Calenda, Ministro dello Sviluppo Economico

 

Di seguito i principali risultati del Piano Nazionale Industria 4.0 presentati dal Ministro Calenda:

  • Incremento ordinativi di beni strumentali con picchi del +11,6% per macchinari e altri apparecchi. Le aspettative sugli ordinativi sono ai massimi livelli dal 2010.
  • è cresciuto il numero di imprese che aumenteranno la spesa in Ricerca&Sviluppo
  • sono stati stanziati 3,5 miliardi di investimenti pubblici sulla banda ultralarga
  • nei primi 8 mesi dell’anno è cresciuto del 10,7 per cento l’importo garantito dal Fondo di Garanzia
  • sono state concesse agevolazioni per circa 1,9 miliardi di euro grazie ai contratti di sviluppo e sono stati creati o salvaguardati oltre 53.000 posti di lavoro.

E’ possibile visualizzare le slide presentate dal Ministro con i risultati 2017 e le linee guida 2018 al seguente link: http://www.qualitas.it/content/uploads/2017/11/impresa_-40_19_settembre_2017.pdf

Risultati 2017 e linee guida 2018 Piano Nazionale Impresa 4.0
Piano Nazionale Impresa 4.0

 

Condividi con i tuoi amici










Inviare

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *