Bando Regione Veneto acquisto macchinari: incentivo al 30% a fondo perduto

Stai pensando di acquistare un nuovo macchinario e finalmente hai deciso di fare il grande passo. Hai capito che gli incentivi di iperammortamento sono vantaggiosi e ora puoi aggiungere anche le agevolazioni del bando di finanziamento della Regione Veneto. Scopri il Bando della Regione veneto per acquisto di macchinari

Tempo di lettura: 5 minuti

 

Introduzione

La Regione Veneto ha pubblicato un nuovo bando di 16 milioni di euro per il settore manifatturiero e dell’artigianato di servizi per provare a sostenere finanziariamente le piccole medio aziende che operano in Veneto. Sono degli aiuti per investimenti in macchinari, impianti e beni intangibili, accompagnamento dei processi di riorganizzazione e ristrutturazione aziendale”.
Il bando è stato nr. 3638 è stato pubblicato il 04/06/2019 nel settore manifattura con DGR. N. 769 dal titolo “Bando per l’erogazione di contributi alle imprese del settore manifatturiero e dell’artigiano di servizi”.

Bando 3438 Regione Veneto per acquisto macchinari

CAPITOLO 1

A chi si rivolge?

Le aziende ammesse sono le micro, piccole e medie imprese (PMI) dei settori manifatturiero e dell’artigianato di servizi, loro consorzi e cooperative. A tutte le azienda manifatturiere con sede nella provincia di Vicenza, Verona, Rovigo, Padova, Belluno, Treviso e Venezia etc.. è prevista l’erogazione a fondo perduto per l’acquisto di nuovi macchinari.

CAPITOLO 2

Che tipo di agevolazioni prevede?

Per rilanciare le PMI verso l’Industria 4.0, che è sempre più in crescita negli ultimi anni, la regione Veneto ha messo a disposizione 16 milioni fino a un massimo di 22 in caso la proposta abbia successo, per accrescere l’attrattività e a competitività delle aziende manifatturiere venete. Le agevolazioni messe a disposizione dalla regione sono le seguenti: si prevede un contributo a fondo perduto pari al 30% delle spese con almeno un investimento minimo di 60.000 euro fino ad arrivare ad un importo massimo di 150.000.

Vediamo insieme come funziona:

  1. Chi sosterrà una spesa rendicontata e ammessa pari o superiore a euro 60.000,00 sarà concessa un’agevolazione pari a euro 18.000,00
  2. Chi sosterrà una spesa rendicontata e ammessa inferiore o pari a euro 500.000,00 sarà concesso un contributo pari a euro 150.000,00

Il contributo dell’agevolazione rappresenta in ogni caso il 30% della spesa rendicontata e ammessa che è stata sostenuta.

CAPITOLO 3

Quali sono i tempi del bando?

Il progetto ammesso all’agevolazione dovrà essere concluso e operativo entro il 04 maggio 2021 pertanto è previsto che:

  • Le attività siano effettivamente realizzate
  • Le spese siano state sostenute
  • Sia stato realizzato l’obiettivo per cui è stato ammesso a finanziamento

Perché le spese siano ammesse, dovranno essere stata sostenute e pagate interamente dal beneficiario tra il 09 luglio 2019 e il 04 maggio 2021.

Cosa rientra all’interno del finanziamento?

Oltre alle spese di acquisto o quelle delle operazioni di leasing finanziario, sono comprese anche le spese di trasporto e installazione presso l’unità operativa in cui si realizza il progetto.

 

Anche il software rientra nell’incentivo

Le spese relative al software di base, indispensabile al funzionamento della macchina, dell’impianto o dell’attrezzatura, rientra nella spesa relativa alla macchina stessa

CAPITOLO 4

Come accedere ai finanziamenti

Il bando ha una dotazione finanziaria iniziale, per l’anno in corso pari a 16 milioni di euro. Per poter accedere ai contributi sono stati creati due diversi sportelli che hanno caratteristiche differenti:

  1. Sportello A: è stato creato per le spese relative ai macchinari, hardware, attrezzature tecnologiche che rispondano all’Industria 4.0. Questo sportello verrà aperto il 9 Luglio 2019 e rimarrà aperto fino al 16 luglio 2019.
  2. Sportello B: è stato creato per le restanti opzioni non presenti nel modello A che rispettino comunque l’Industria 4.0, aprirà il 18 Luglio 2019 e rimarrà aperto fino al 25 Luglio 2019.

CAPITOLO 5

Quali investimenti vengono finanziati?

La Regione Veneto ha rilasciato una lista riguardanti le spese che possono essere finanziate dal Bando. Tra queste troviamo:

  • Macchinari, impianti produttivi, attrezzature tecnologiche, hardware che devono però essere nuovi
  • Brevetti Know-how configurati con le nuove tecnologie di prodotti e servizi forniti
  • Consulenze specialistiche (che possono essere mirati allo sviluppo di un qualsiasi settore dell’azienda in generale)
  • Programmi informatici
  • Spese per il rilascio di certificazioni aziendali
    • Le spese sostenute per il rilascio, da parte di organismi accreditatati o da corrispondenti soggetti esteri per la specifica norma da certificare, delle certificazioni di sistemi di gestione e processi valutazione (life-cycle-assessment) in conformità alle norme UNI EN ISO 14001:2004 e/o del Sistema di Gestione Ambientale secondo il regolamento EMAS III, UNI ISO 14040:2006 e UNI ISO 14044:20066.

CAPITOLO 6

Nel bando della regione veneto un occhio di riguardo all’ambiente

L’intervento finanziato per gli investimenti materiali dovrà offrire un’invarianza o il miglioramento, per unità di prodotto o di servizio offerto, delle prestazioni ambientali. Significa quindi che chi investe in macchinari, potrà fare rientrare all’interno del progetto anche le macchine che gli consentono di:

  • Diminuire o mantenere invariati i consumi i consumi energetici, idrici e di materie prime
  • Assenza di nuove fonti di emissioni aeriformi, idriche, sonore, luminose o rifiuti

Questo bando è finalizzato ad accrescere la produttività delle aziende manifatturiere ed artigiane del Veneto, riuscendo così a supportarle finanziariamente e digitalmente per mantenerle al passo con l’Industria 4.0. Si può definire una vittoria da entrambe le parti.

CAPITOLO 7

Come richiedere il finanziamento?

La struttura di riferimento del bando per la regione veneto è l’unita organizzativa Industria e Artigianato, che è possibile contattare attraverso:

  • Telefono: 049 7708 711
  • Mail gestione.fesr@avepa.it
  • PEC protocollo@cert.avepa.it

Chi è interessato dovrà presentare la domanda direttamente sulla piattaforma SIU della regione a questo link: http://www.regione.veneto.it/web/programmicomunitari/siu

Gli orari di funzionamento degli sportelli della regione dove potrai presentare la domanda sono:

  • Sportello A “Industria 4.0” : dalle ore 10.00 di martedì 09 luglio 2019 fino alle ore 17:00 di martedì 16 luglio 2019
  • Per lo sportello B dalle ore 10.00 di giovedì 18 luglio 2019 fino alle ore 17:00 di giovedì 25 luglio 2019.

La fase di compilazione della domanda sarà attiva dal 19 giugno 2019.

Conclusioni

Gli incentivi del bando della Regione Veneto sono interessati per tutte le aziende manifatturiere, in particolare perché si sommano agli incentivi di iperammortamento.

Condividi con i tuoi amici










Inviare

Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *